Granata extended: un nuovo spazio MiW in città

“Granata perché è irresistibile, polisemica, perché è il nostro colore sanguigno, passionale, che lascia il segno. Granata perché ha la scorza dura e resiste al deserto. Granata perché è esplosiva!” (Made in Woman 2013)

Cinque anni fa il leggendario collettivo Made in Woman dava inizio a un progetto di condivisione di ambienti di lavoro, strumenti, competenze creative e professionali in uno spazio libero, solidale, mai neutrale, femminista: cinque anni fa nasceva Granata. Sono tante le lavoratrici e i lavoratori autonomi, le artigiane/i, le associazioni, i collettivi e altre realtà nomadi con cui in questo tempo – che è volato – abbiamo condiviso spazio, esperienze, lotte, progettualità, il rifiuto della competizione come valore guida delle dinamiche professionali, personali, sociali e il desiderio di costruire insieme un pezzettino di quel futuro che c’è, certo che c’è, anche se non si vede.
Di fronte alla progressiva sottrazione di luoghi di socialità non subordinata al consumo, di agibilità politica indipendente, di espressione artistica dal basso, senza i quali la nostra città non r-esisterebbe, continueremo a farci spazio a Bologna a colpi di Granata, il “porto pirata” di via san Carlo che apre, d’ora in avanti, un nuovo approdo culturale, sociale, resistente alla periferia del Pratello.
Dal mercoledì al sabato, insieme alle realtà che al nostro fianco sono arrivate fin qui, Made in Woman è in via San Rocco 16 a Bologna: saFe the place